Lìberos

Éntula

Éntula è il nostro Festival letterario, ed è un festival molto particolare. Coinvolge tutta la Sardegna e dura tutto l’anno, perché la festa del libro, come quella della donna e degli innamorati, come il giorno della memoria, o è tutti i giorni, o non è.
In questi anni siamo stati in più di 127 comuni, dove abbiamo portato 239 ospiti in 788 giornate, per un totale di 948 incontri.
Ma questi numeri non rendono la bellezza che è stato farlo, insieme a centinaia di partner, tanto nel paese più piccolo quanto nella città più grande, in riva al mare o in mezzo ai monti, con l’esordiente locale o con l’autore famoso e internazionale, col sole e con la pioggia, in ogni stagione… e per tutti questi motivi Éntula è il Festival letterario diffuso con la Sardegna.


Questo è il sito del festival :)


OSPITI DELL'UNDICESIMA EDIZIONE:
Antonella Agnoli, Eugenio Annichiarico, Simona Baldelli, Teo Benedetti, Alice Bigli, Simonetta Bitasi, Antonio Boggio, Cristina Caboni, Emilio Capalbo, Gianni Caria, Roberto Contu, Roberta Corradin, Carlo Cottarelli, Nando Dalla Chiesa, Mavie Da Ponte, Alessandro De Roma, Giancarlo De Cataldo, Laura Fois, Enrico Galiano, Camilla Ghiotto, Sabina Guzzanti, Amir Issaa, Vanni Lai, Antonella Lattanzi, Alessandra Mureddu, Elvira Mujčić, Stefano Nazzim Agnese Pini, Matteo Porru, Piergiorgio Pulixi, Giulia Sonzogno, Fabio Stassi, Daniel Tarozzi e Rebekah Taussig.

Per le schede su ospiti e libri clicca qui.

QUEST'ANNO SIAMO ANDATI A:
Assemini, Cagliari, Fordongianus, Ghilarza, Norbello, Nuoro, Oristano, Ploaghe, Porto Torres, Sassari, Selargius, Stintino, Terralba, Valledoria, Villagrande Strisaili, Villanovaforru, Villaspeciosa e Zeddiani.
Scoprili tutti!

Il festival è iniziato il 14 gennaio e si è chiuso il 1° dicembre: se vuoi vedere il PROGRAMMA clicca qui.


Forse conosci già il festival, e sai che tutto si evolve continuamente, nel corso dell'anno... se vuoi rimanere aggiornato registrati alla newsletter di Lìberos: niente spam, solo quello che succede intorno a te.

E ricordati che se vuoi andare agli incontri in compagnia, Lìberos propone una buona pratica sul versante della sostenibilità negli spostamenti: il carpooling per gli eventi. Funziona in maniera molto semplice: gli eventi del Festival inseriti in questo sito offrono l'opzione cerca e/o offri un passaggio.
Per poterne usufruire è necessaria la registrazione in questo sito, ed è semplice, veloce e gratuita, e consente, tra le altre cose, di caricare la propria libreria, scrivere recensioni e fare nuove amicizie: una vera e propria comunità di lettori!

Tutti gli eventi Éntula aperti al pubblico sono inseriti in Vengo anch’io.
Nato dal sostegno della Fondazione con il Sud, Vengo anch’io è un progetto dell'Associazione Prohairesis e mira alla creazione di un innovativo servizio di accompagnamento e di condivisione della cultura grazie alla disponibilità e ai mezzi di persone volontarie formate. L'obiettivo è creare un sistema di risorse volontarie, unite dalla stessa passione per la cultura, per l’accompagnamento di persone a limitata autonomia (sia essa permanente o temporanea) agli eventi culturali della tua città.


Éntula è realizzato grazie al contributo della Regione Autonoma della Sardegna, Assessorato della pubblica istruzione, beni culturali, informazione, spettacolo e sport, della Fondazione di Sardegna e di diversi Comuni della Sardegna.

Non sei ancora iscritto?


Perché iscriversi a Lìberos?

Per presentarsi. Liberos.it è un social network, quindi uno spazio dove farsi riconoscere come soggetti individuali e interagire con gli altri. Qui, dietro ai nickname, ci sono sempre delle persone.

Per appartenenza. Gli altri social network sono piattaforme globali, non tematiche e non legate a un luogo fisico preciso: chi si iscrive a Facebook non si identifica in Facebook, ma nella propria rete personale di contatti. Nello spazio virtuale di liberos.it si incontra invece una comunità reale di appassionati di libri, radicata in un territorio e coesa da un codice etico. Iscriversi a liberos.it significa riconoscere l'ideale di questa appartenenza.

Perché personalizza le scelte. Avere le statistiche di iscrizione ci rende precisi, perché ci permette di applicare dei filtri allo scambio di informazioni. I dati facoltativi sui nostri gusti e sulla nostra geolocalizzazione ci aiutano a scegliere - in mezzo a tutte gli stimoli disponibili - cosa vogliamo fare e cosa ci interessa davvero sapere.