Lìberos

Vietato ai maggiori

... ma lo stiamo ancora costruendo.

Chi vogliamo

Abbiamo pensato questo spazio per i giovani lettori, ma anche per i giovani aspiranti lettori, ma anche per i giovani che ancora non sanno se vogliono essere aspiranti lettori. Insomma, ci basta tu sia giovane. Perché diventare lettore è tutta questione di trovare il libro giusto, e a quello potremmo pensarci insieme.

Cosa puoi fare qui

Qui potrai consigliare agli altri tuoi colleghi i libri che ti sono piaciuti o chiedere loro dei consigli, partendo magari da quel certo tema che ti interessa. Potrai costruire percorsi di lettura per temi, età, generi o qualsiasi cosa che per te sia importante. E condividere con gli altri tutto quello che ti andrà di condividere, naturalmente.

Perché

Anzitutto: sapevi che un lettore ha dei Diritti imprescindibili? Li ha scritti Daniel Pennac, un autore francese che a noi piace tantissimo, nel suo Come un romanzo, pubblicato in Italia da Feltrinelli.

1) Il diritto di non leggere.

2) Il diritto di saltare le pagine.

3) Il diritto di non finire un libro.
4) Il diritto di rileggere.

5) Il diritto di leggere qualsiasi cosa.

6) Il diritto al bovarismo.

7) Il diritto di leggere ovunque.

8) Il diritto di spizzicare.

9) Il diritto di leggere a voce alta.

10) Il diritto di tacere.

Noi, questi diritti, li prendiamo molto sul serio. Perché sappiamo che esistono persone che non amano leggere, ma questo non le rende meno belle, piacevoli, interessanti o umane di chi legge. E a noi interessa soltanto che questa scelta sia libera e consapevole: si può rinunciare alla lettura, ma mai sentirsi rifiutati dai libri.

Quindi non leggere se non ti va, salta le descrizioni che ti annoiano, abbandona un libro. Oppure rileggilo, qualsiasi cosa sia, e leggilo ovunque. Spizzica, a voce alta, senza voce, tenendo per te le tue letture o condividendole. Lascia che la lettura soddisfi in maniera immediata ed esclusiva le tue sensazioni, come direbbe Pennac per raccontarti la sua idea di bovarismo.

O non farlo, se non ti va.
Perché non siamo tutti uguali, e questo ci piace molto.

... e comunque benvenuto

Qualunque tipo di lettore tu sia, accanito o sporadico, logorroico o silenzioso, sentimentale o serioso, costante o salterino, questo spazio è per te!

E se hai consigli, o hai notato che su Liberos.it manca qualcosa che ti piacerebbe trovare, diccelo con una mail a segreteria@liberos.it

Non sei ancora iscritto?


Perché iscriversi a Lìberos?

Per presentarsi. Liberos.it è un social network, quindi uno spazio dove farsi riconoscere come soggetti individuali e interagire con gli altri. Qui, dietro ai nickname, ci sono sempre delle persone.

Per appartenenza. Gli altri social network sono piattaforme globali, non tematiche e non legate a un luogo fisico preciso: chi si iscrive a Facebook non si identifica in Facebook, ma nella propria rete personale di contatti. Nello spazio virtuale di liberos.it si incontra invece una comunità reale di appassionati di libri, radicata in un territorio e coesa da un codice etico. Iscriversi a liberos.it significa riconoscere l'ideale di questa appartenenza.

Perché personalizza le scelte. Avere le statistiche di iscrizione ci rende precisi, perché ci permette di applicare dei filtri allo scambio di informazioni. I dati facoltativi sui nostri gusti e sulla nostra geolocalizzazione ci aiutano a scegliere - in mezzo a tutte gli stimoli disponibili - cosa vogliamo fare e cosa ci interessa davvero sapere.