Lìberos

Libro

La mia Libreria

Devi effettuare l'accesso per visualizzare le tue informazioni utente.

Accedi ora o registrati


E intanto, mentre non c'eri...

Maria Agostina


Don Quisciotte
Questo mese, 26-01-2023
I miei stupidi intenti
Bernardo Zannoni

Una lirica. Animali che vivono nel bosco, in lotta per la sopravvivenza ma tormentati da Dio. Usano piatti e letti e sedie per sedersi, e scr [...]

Maria Agostina


Don Quisciotte
Questo mese, 23-01-2023
I libri si sentono soli
Luigi Contu

È la intima testimonianza, tutta avvolta intorno alla storia della biblioteca di famiglia, di Luigi Contu. I libri più cari e antichi si trova [...]

Michela L.


Huckelberry Finn
Questo mese, 19-01-2023
Benedizione

Della trilogia della pianura questo è il libro che ho preferito maggiormente per storia e personaggi.

Devi effettuare l'accesso per visualizzare le informazioni sulla tua libreria.

Accedi ora o registrati

Devi effettuare l'accesso per inserire questo libro nella tua libreria.

Accedi ora o registrati

Ian McEwan

Solar

Voto medio della comunità Lìberos
Recensioni (1)
Inserito il 12-04-2013 da Laura
Aggiornato il 12-04-2013 da Laura
Disponibile in 3 librerie
Inserito il 12-04-2013 da Laura
Aggiornato il 12-04-2013 da Laura
Disponibile in 3 librerie

Devi effettuare l'accesso per inserire le tue informazioni sulla lettura di questo libro.

Accedi ora o registrati

Modifica date lettura

Inizio lettura

Fine lettura

Recensioni

Giancarlo Zoccheddu

Rispondete a questa domanda. Semplice. Volete farvi due risate? che genere di risate caro? mi direte voi. Quel genere di risate che nascono dagli eventi tragicomici della vita. In che senso tragicomici caro? continuerete voi. Nel senso che il protagonista conduce una vita da premio nobel acclamato e famoso che però è soggetta a continui scarti tragici. La sensazione che si ha attraversando questa storia è quella della nitida rappresentazione dell'estrema debolezza dei nostri piani esistenziali (e va bene) del genere di sotterfugi psicologici che usiamo per impedire a questa fragilità progettuale di travolgerci (e va bene) e di come alla fine poi va tutto comunque in merda (e questo non sempre è un bene). In questa triade minacciosa McEwan dimostra le sue qualità di scrittore pensante e intellettuale e spiritoso. Curata è come sempre la prosa ma più che in altri libri dello scrittore inglese qui mi sembra agire violentemente quella contro-idea che l'intellettuale non riesce ad essere giocoso e spassoso. Tutto viene declinato attraverso la sua lente divertita: le corna, la violenza, gli incidenti fallici (questa la capite solo leggendo il libro), l'avidità, la golosità, l'amore, la mediocrità. Siamo noi insomma e si, anche voi che fate no no con il ditino, ma in una chiave quasi tenera. Ecco questo è il libro di Natale. Tenerezza e comprensione e umanità sotto l'albero

Valuta la recensione

Editore: Einaudi

Lingua: (DATO NON PRESENTE)

Numero di pagine: 339

Formato: (DATO NON PRESENTE)

ISBN-10: 8806203789

ISBN-13: 9788806203788

Data di pubblicazione: 2010

Devi effettuare l'accesso per tracciare questo libro.

Accedi ora o registrati


Chi lo ha letto

Nessun utente ha letto questo libro

Chi lo sta leggendo

Nessun utente sta leggendo questo libro

Devi effettuare l'accesso per visualizzare le informazioni sulla tua libreria.

Accedi ora o registrati

Devi effettuare l'accesso per inserire questo libro nella tua libreria.

Accedi ora o registrati

Ian McEwan

Solar

Voto medio della comunità Lìberos
Recensioni (1)
Inserito il 12-04-2013 da Laura
Aggiornato il 12-04-2013 da Laura
Disponibile in 3 librerie
Inserito il 12-04-2013 da Laura
Aggiornato il 12-04-2013 da Laura
Disponibile in 3 librerie

Devi effettuare l'accesso per inserire le tue informazioni sulla lettura di questo libro.

Accedi ora o registrati

Modifica date lettura

Inizio lettura

Fine lettura

Recensioni

Giancarlo Zoccheddu

Rispondete a questa domanda. Semplice. Volete farvi due risate? che genere di risate caro? mi direte voi. Quel genere di risate che nascono dagli eventi tragicomici della vita. In che senso tragicomici caro? continuerete voi. Nel senso che il protagonista conduce una vita da premio nobel acclamato e famoso che però è soggetta a continui scarti tragici. La sensazione che si ha attraversando questa storia è quella della nitida rappresentazione dell'estrema debolezza dei nostri piani esistenziali (e va bene) del genere di sotterfugi psicologici che usiamo per impedire a questa fragilità progettuale di travolgerci (e va bene) e di come alla fine poi va tutto comunque in merda (e questo non sempre è un bene). In questa triade minacciosa McEwan dimostra le sue qualità di scrittore pensante e intellettuale e spiritoso. Curata è come sempre la prosa ma più che in altri libri dello scrittore inglese qui mi sembra agire violentemente quella contro-idea che l'intellettuale non riesce ad essere giocoso e spassoso. Tutto viene declinato attraverso la sua lente divertita: le corna, la violenza, gli incidenti fallici (questa la capite solo leggendo il libro), l'avidità, la golosità, l'amore, la mediocrità. Siamo noi insomma e si, anche voi che fate no no con il ditino, ma in una chiave quasi tenera. Ecco questo è il libro di Natale. Tenerezza e comprensione e umanità sotto l'albero

Valuta la recensione

Éntula 2022

Dicci dove sei e ti diremo cosa succede intorno a te

Liquida 2022